Memoria interna esaurita? lo smartphone si rifiuta di installare nuove applicazione e di ricevere nuovi messaggi? probabilmente avete la memoria interna piena nonostante la presenza di una scheda micro sd inserita nel telefono.

Sui terminali di fascia medio bassa, la memoria interna è tipicamente limitata e varia da 128MB a pochi GB per i modelli più dotati.

Anche in presenza di scheda Micro SD il terminale salverà su questa solo foto e video, ostinandosi ad utilizzare la poco capiente memoria interna per le applicazioni e relativi dati. Tale gestione renderà presto inutilizzabile lo smartphone. A cose serve quindi avere un sistema operativo che offre migliaia di apps, se poi è impossibile installarle?

Gli utenti meno esperti probabilmente accetteranno tale limitazione e terranno installate solo poche apps alla volta. Per gli utenti che non accettano tale limitazione la soluzione arriva da link2sd. vediamo come fare..

Premettiamo che sono possibili due soluzioni: una che non richiede i permessi di root, l’altra offre risultati di gran lunga migliori ma richiede di avere i permessi si Root sul proprio dispositivo.

In entrambi i casi, se non avete ancora una memoria esterna micro sd, o con l’occasione volete sostituirla con una più capiente o più performante, vi forniamo alcuni suggerimenti utili.

 

Partiamo con il dire che oltre alla capienza bisogna porre attenzione alle performance della memoria in termini di velocità di lettura/scrittura. A tal proposito il numerino cerchiato riportato sulle schede di memoria è un dato tecnico molto importante, questo rappresenta infatti l’indice di velocità definito anche “classe”. Nella procedura che seguirà vedremo come, attraverso un partizionamento opportuno della scheda di memoria, far riconoscere allo smartphone la memoria esterna come estensione di quella interna ai fini di permettere l’installazione di infinite applicazioni. Capite a questo punto quanto sia importante la classe di velocità; una memoria in classe “4” vi creerà probabilmente rallentamenti e blocchi di sistema. Tutte le memorie che vi proponiamo sono in classe “10”, ovvero le più performanti sul mercato.

 

Samsung Micro SD HC 32 Gb classe 10:

http://www.amazon.it/Samsung-MB-MPBGC-Scheda-Memoria-microSDHC/dp/B00AYC6V2U/?tag=offertatech-21

samsung micro sd 32gb

Samsung Micro SD HC 16 Gb classe 10:

http://www.amazon.it/Samsung-MB-MPAGC-Scheda-Memoria-Colore/dp/B00AYC6V2K/?tag=offertatech-21

 

Sono da poco uscite le nuove versioni Samsung “EVO” sempre in classe 10 :

 

Samsung MB-MP32D/EU Scheda Micro SD HC EVO, UHS-1, Classe 10, 32GB, Bianco/Arancio

http://www.amazon.it/Samsung-MB-MP32D-Scheda-Classe-Arancio/dp/B00J29D62Y/?tag=offertatech-21

samsung evo

 

Samsung MB-MP16D/EU Scheda Micro SD HC EVO, UHS-1, Classe 10, 16GB, Bianco/Arancio

http://www.amazon.it/Samsung-MB-MP16D-Scheda-Classe-Arancio/dp/B00J2973JG/?tag=offertatech-21

 

Una volta acquisita la memoria adatta alle nostre esigenze procediamo come segue in funzione che abbiate o meno i permessi di root sul telefono. In questo articolo non ci dilunghiamo su come ottenere i permessi di root poiché per ogni versione di Android e per ogni terminale esistono procedure differenti.

 

  1. Link2sd con permessi di Root.

 

Questa soluzione presuppone che abbiate già i permessi di root sul telefono. Per verificarlo potete usare Root Analyser che trovate al seguente link:

https://play.google.com/store/apps/details?id=it.dekra.rootchecker&hl=it

 

A questo punto procedere come segue:

Create due partizioni sulla memoria sd (se avete deciso di usare la memoria già in vostro possesso ricordatevi di salvare i dati prima di compiere questa operazione. Creare la partizione che servirà a link2sd può essere fatto senza cancellare la partizione FAT già esistente ma occorre qualche conoscenza in più sulle operazioni di ridimensionamento delle partizioni).

Per partizionare la scheda direttamente dal telefono potete usare l’applicazione Android Partition Tool che trovate al link:

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.sylkat.AParted&hl=it

 

Oppure, metodo usare l’applicazione gratuita, per PC, Minitool Partition Wizard che trovare al link:

http://www.partitionwizard.com/free-partition-manager.html

 

Prima create la partizione FAT32 e a seguire una partizione EXT che verrà usata da link2sd per le applicazioni (se fate l’inverso i sistemi Windows non vi riconosceranno la fat quindi è importante che l’ordine di creazione sia FAT e poi EXT):

 

  • Label: Nome che potete decidete liberamente
  • Create As: Primary
  • File System: FAT32
  • Driver Letter: Lasciate quello impostato
  • Cluster size: Lasciate quello impostato

 

Questa partizione FAT32 sarà quella dei dati personali, tipo le foto o la musica.

Creiamo ora la seconda partizione:

  • Label: Nome che potete decidete liberamente Create As: Primary
  • File System: ext2
  • Driver Letter: Lasciate quello impostato
  • Cluster size: Lasciate quello impostato

 

Le dimensioni potete deciderle a vostro piacimento.

A questo punto potete inserire la memoria partizionata nel telefono e avviare Link2SD. Questo troverà la memoria EXT e vi chiederà quale file system avete utilizzato. Indicate ext2 o ext3 in funzione della partizione che avete creato e proseguite.

esempio collegamento

Link2Sd vi richiederà il riavvio e successivamente potete procedere a “creare collegamenti simbolici”.

 

Link2SD con “Crea collegamento” crea un collegamento simbolico (symlinks) per i file apk + dex + lib. In questo modo si libera più spazio rispetto al semplice spostamento su SD (che peraltro è la funzionalità già nativa in Android), perchè si riesce a collegare anche i file dex e si ottengono anche vantaggi relativi alla stabilità del sistema e delle app.

Potete ripetere l’operazione per tutte le applicazioni che desiderate.  Inoltre utilizzando la funzionalità filtro (il simbolo dell’imbuto e indicando telefono) di Link2SD potete indicare all’applicazione di spostare più applicazioni contemporaneamente.

Spuntate tutte e 3 le spunte (se disponibili) e date l’OK

esempio collegamento

A questo punto avere collegato le apps e liberato la memoria interna al telefono.

 

2 – senza permessi di root

 

in caso di cambio memoria copiare tutto il contenuto della vecchia sulla nuova.

inserire la nuova memoria nel telefono

scaricate dal play store link to sd.

lanciare link to sd e usare la funzionalità “sposta su sd”

così otterrete uno spostamento di:

file apk su Android 2.2

file apk + file lib su Android 2.3+

 

Questo metodo non permetterà lo spostamento di tutte le app (alcune daranno infatti errore in fase di travaso) e inoltre parte delle applicazioni rimarrà comunque sulla memoria principale destinata, di nuovo, ad esaurirsi anche se in modo meno drastico.