La salvaguardia dei propri dati digitali, e l’eventuale condivisione, diventa sempre più importante in una crescente digitalizzazione che coinvolge ormai ogni aspetto della nostra vita.

I NAS  (Network Attached Storage) sono dispositivi che permettono la condivisione di dati all’interno di una rete (domestica o aziendale) attraverso la condivisione di una memoria di massa (SSD, HARD DISK, Pendrive,ecc..).

Tra i dispositivi NAS si elencano:

  1. PC destinati ad erogare tale servizio (chiamati in questo caso server NAS)
  2. Router con funzionalità NAS integrata
  3. Box appositamente creati per tale funzione.

Tralasciando la soluzione 1, tipicamente meno utilizzata a livello domestico, evidenziamo pregi e difetti delle altre soluzioni.

Router con funzionalità NAS integrata.

Molti router, banalmente anche il router Telecom Alici Gate 2 Voip plus wifi, dispongono di porta USB a cui collegare una memoria di massa (un hard disk USB da 2,5” è l’ideale perché alimentato dal router stesso),  e abilitando tale funzione attraverso i pannello di gestione permettono a tutti gli utenti della rete – cablati o in Wifi- di accedere in lettura e scrittura dei dati.

Citiamo tra i più convenienti i seguenti modelli:

Tp-Link TL-WDR3600 N600 Wireless Dual Band Gigabit Router

Link a Amazon.it: http://www.amazon.it/Tp-Link-TL-WDR3600-Wireless-Gigabit-Router/dp/B008HV2KU2/?tag=offertatech-21

 

 

  • Vantaggio: si usa hardware già esistente e comunque si acquista solo un router con tale funzionalità.
  • Svantaggi: mancano quasi sempre funzionalità ulteriori quali profilazione utenti, diritti di accesso ai file, accesso in remoto tramite internet e sicurezza dei dati in quanto manca il supporto RAID almeno sui prodotti più economici.

 

Box appositamente creati per tale funzione.

Fino a non molti anni fa avere una soluzione di questo tipo era prerogativa del mercato enterprise in quanto i costi erano piuttosto elevati per l’utenza domestica.  Oggi un Box NAS, oltre ad avere estetiche di pregio che premiano anche la vista, ha costi relativamente bassi se paragonati al grande servizio che svolge.

Il box dovrà essere collegato alla rete tramite wifi o porta ethernet presente su router e switch.

Citiamo tra i più convenienti:

D-Link DNS-320 Sharecenter Pulse HardDisk, NAS

Link a Amazon.it: http://www.amazon.it/D-Link-DNS-320-Sharecenter-Pulse-HardDisk/dp/B004AIWOXY/?tag=offertatech-21

 

  • Vantaggi:
  • Software a bordo finalizzato al servizio pertanto con moltissime funzionalità. Supporto al RAID 0 (Redundant Array of Independent Disks), che permette, una volta installati due hard disk all’interno, di avere o un aumento delle prestazioni (in questo caso i dati vengono scritti “spalmandoli” su entrambi gli Hard disk e usando la velocità di scrittura/lettura di entrambi i dispositivi contemporaneamente). Lo spazio a disposizione sarà la somma dei singoli spazi degli hard disk installati.
  • Supporto al RAID 1, che permette, una volta installati due hard disk all’interno, di scrivere lo stesso dato in entrambi. Si avranno così due hard disk perfettamente speculari e in caso di guasto di uno dei dispositivi, i dati saranno comunque presenti sull’altro .  In questo caso però non si avrà un aumento prestazionale come nel RAID 0 e lo spazio a disposizione sarà unicamente quello di un hard disk.
  • Risparmio energetico con disattivazione dei dischi, funzionalità wake on lan.
  • Funzionalità specifiche quali DLNA, Media Server
  • Svantaggi: rispetto alla soluzione 2 la spesa è maggiore – anche perché conviene sfruttare le funzionalità del RAID ma occorrono due hard disk. Inoltre, sebbene possa essere piacevole l’estetica del prodotto, questo occupa di certo più spazio della soluzione 2.