Questo é un corso  pratico su come creare e publicare un prodotto partendo dal tuo background personale e dalle tue esperienze professionali. Sará un materiale digitale che aiutarà altre persone a risolvere un problema concreto.

Si procede passo a passo, e si analizza come convertire le tue conoscenze che hai aquisito durante gli studi o il lavoro, in un prodotto, che poi sarà vendibile 24 ore al giorno 365 giorni l’anno.

La tecnologia ed in particolare internet hanno fatto nascere dei modelli di business completamente nuovi e accessibili a tutti, che permettono di generare profitti con costi di partenza molto bassi, usando le risorse che ognuno di noi possiede e i tool che vi saranno descritti in questo manuale.

Le cose interessanti sono queste:

1) Una volta che il vostro prodotto è pubblicato, la fase di vendita è totalmente automatica, e il creatore del prodotto, non deve investire tempo nel vendere o attendere i clienti, ma solo nel migliorare il proprio prodotto e farlo conoscere.

2) La vendita ha costo zero, se uno esclude i costi di hosting che per iniziare potrebbe essere di qualche euro al mese, come per esempio bluehost(link) o arvixe(link) che offrono hosting a partire da 4 dollari al mese tutto incluso.

3) Il processo é scalabile senza incidere sui costi, se uno vende 1, 100, 10k prodotti al giorno, non c’é bisogno di aprire altri punti vendita, assumere dipendenti, gestire una logistica piú complessa. La differenza tra vendere pochi prodotti a tantissimi é trascurabile in questo business model che si descrive piú avanti.

Allora, entriamo nei dettagli e cerchiamo di chiarire quali sono i passi da seguire per pubblicare e iniziare a vendere il tuo primo prodotto.

FASE 1: Seglire un campo di interesse

Per iniziare, dobbiamo capire quale è il nostro vantaggio competitivo rispetto a la maggioranza delle persone. Ognuno ha un hobby, una passione o un campo dove sa molte cose, perché magari passa molto tempo a informarsi sui dettagli e su tutte le cose relative al suo campo di interesse. Tu devi capire qual’è il tuo, in caso ne avessi piú di uno, il mio consiglio é di concentrarsi solo su quello dove la tua attrazione è più forte.

FASE 2: Scegliere qualcosa di specifico, molto specifico

Per questa fase dobbiamo procedere con i seguenti passi:

a) Elencare le varie cose relative al vostro hobby

Vi consiglio di creare una mappa mentale per fare un brainstorming per elencare tutte le cose interconnesse alla vostra area di interesse. Per creare quelle che in inglese si chiamano “mindmaps”, potete usare semplicemente carta e penna, e mettere al centro il nome del vostro hobby, e da li iniziare a scrivere tutte le cose che vi vengono in mente, collegandole con una linea.

Se non le avete mai usate, vi renderete immediatamente della loro potenza, perché fanno leva su come funziona il nostro cervello, e ci aiutano a visualizzare e creare collegamenti tra tutte le cose relative al nostro campo di interesse.

Ci sono programmi come “freemind”, che personalmente uso e vi consiglio, che vi permettono di creare queste mappe al computer, in questo modo sono piú facili da compartire e da creare.

La vera potenza delle mappe mentali, é che possiamo usare colori, immagini (disegni), parole, frecce di diversa forma e grandezza, per collegare e mettere in risalto le varie connessioni.

In certi casi, il computer ci limita ed é meglio usare carta e pennarelli, per crearci il nostro schema personale.

b) Scegliete una cosa che riteniate che possa interessare a qualcun’altro e che voi siate in grado di spiegare in modo dettagliato.

Per fare questo, potete prendere la mappa mentale che avete creato nel passo precedente ed evidenziare quello che più vi sembri essere la cosa che vi interessi di piú o che abbia piú potenziale ad essere utilie per altre persone.

Vi consiglio di sceglierne solo una, e concetrarvi solo su quella per creare il primo prodotto. È molto importante focalizzarsi su una cosa alla volta e portarla a termine, il fatto che possiate passare da un argomento all’altro, creerebbe distrazione e vi farebbe perdere tempo ed energie.

Questo si può evitare se eliminate le distrazioni scegliendo una cosa specifica.

FASE 3: creiamo il nostro primo prodotto

Per portare a termine questa fase, dobbiamo vincere le nostre paure ed uscire dalla nostra “confort zone”, ed è forse è la cosa più difficile di tutto il processo di creazione del prodotto. Siamo abiuitati a fare determinate cose durante la giornata, e questa essendo differente dalla nostra routine, per molti puo’ risultare difficile iniziare.

Quello che dobbiamo pensare é che il guadagno che avremo usando questa strategia di business, non sarà immediato, però sarà spalmato lungo il tempo, e potenzialmente per sempre!

Prima di inziare, cerchiamo un posto dove possiamo lavorare senza essere disturbati, beviamo qualcosa di fresco e siamo pronti:

1) Crea una mappa mentale relativa al prodotto che vuoi creare, ed elenca tutte le cose principali che ti vengono in mente, dovrebbero essere circa una decina

2) A partire dai punti elencati inizia a creare contenuto in due modi:

a) scrivendo

Per ogni punto, sviluppa il contenuto mettendoti nei panni del lettore, una persona che cerca la solucione a un problema specifico.

Non avere paura di entrare nei dettagli, scrivendo tutto quello che tu ritieni necessario sul tema, dando esempi e magari aggiungendo link a contenuti esterni.

b) a voce

Fai finta che per ogni punto, il tuo miglior amico ti chieda di spiegargli quello che sai, accendi il registratore e inizia a spiegargli in modo semplice e diretto l’argomento in questione. Non ti preoccupare della durata della registrazione, tu parla finché hai cose da dire.

3) Fai una pausa meritata, mangia uno snack e prendi un caffè

4) Consolidare i contenuti creati nel punto 2

La cosa importante é creare a partire da quello che abbiamo generato precedentemente una versione che sia solida, senza errori, e facilmente leggibile.

Se riusciamo, per tutto il contenuto che si può amplicare con  worksheet, checklist, e questionari sarebbe meglio farlo, per permettere al lettore di consolidare i concetti che ha appena imparato, mettendoli immediatamente in pratica.

Se abbiamo fatto anche un mp3, in questa fase, dopo aver elaborato i documenti e organizzato il contenuto, riaccendiamo il registratore e parliamo descrivendo tutti i punti elencati, in modo organico e chiaro.

Adesso avremo un e-book e un audio book, che assieme costituiscono il nostro prodotto.

5) Fase di Vendita

Internet ci facilita le cose, perché per vendere un prodotto non dobbiamo essere presenti fisicamente, la unica cosa da fare é pubblicarlo.

a) pubblicarlo in un blog

Se avete un blog, potete pubblicare un articolo descrivendo brevemente il contenuto del vostro corso e lo potete pubblicare, ci sono diversi plugin per wordpress, io vi consiglio http://codecanyon.net/item/donate-download/2637036 che é quello che uso, e mi trovo molto bene.

La unica cosa che dovete fare é aprire un account in paypal e configurare il plugin con i vostri dati.

Una volta configurato, potete fare uno zip del ebook e del file audio e caricarli nel programma.

b) pubblicarlo in Amazon

Amazon permette di pubblicare ebook e audio book, senza nessun costo, e questo vi permetterá di essere presenti nel negozio piú grande del mondo.

La gente potrá comprare e scaricare il vostro ebook direttamente sul kindle e Amazon gestirá tutto per voi.

La unica cosa che dovete fare é seguire i passi per la publicazione seguendo questo link:

https://kdp.amazon.com/self-publishing/signin?ie=UTF8&language=it_IT

6) Marketing

Adesso dovete costruire la vostra nicchia, potete chiedere ai vostri utenti a cosa sarebbero interessati a sapere,  la cosa migliore da fare é pubblicare altri prodotti simili e cercare di migliorare quelli giá esistenti.

Il Blog è uno strumento molto importante, e dovreste usarlo per scrivere articoli relativi al vostro campo di interesse.

In molti, pubblicano lo stesso ebook a partire dagli articoli che hanno sul loro blog. Semplicemente riuniscono diversi articoli e aggiungono qualche contenuto in Più, pero per il semplice fatto che tutti gli articoli sono assieme e organizzati, per la gente é più comodo, e le cose facili da usufruire sono quelle che si vendono meglio.

7) Check List

Sabato mattina:

  • Prenditi qualcosa di fresco da bere
  • Cerca un posto tranquillo in casa o fuori per lavorare
  • Fai un brain storming su cosa potrebbe essere un match su quello che sai e quello che altre persone potrebbero aver bisogno
  • Crea una mappa mentale per analizzare l’argomento specifico su cui puoi creare il materiale digitale

Sabato pomeriggio:

  • Focalizzati su un argomento specifico che hai trovato durante la mattinata
  • Cerca quali sono le problematiche piú urgenti e specifiche relative a questo argomento
  • Inizia dalla piú importante e genera una serie di domande che la gente normalmente si pone.
  • Munisciti di un registratore audio (uno smartphone va benissimo) e rispondi con calma alla prima domanda
  • Parla per circa 15 minuti cercando di essere abbastanza esaustivo
  • Riascolta la registrazione e crea un documento con la trascrizione
  • Crea una action list (una serie di passi da seguri) per risolvere il problema
  • Ripeti i precedenti 3 passi per tutte le domande a cui puoi dar una risposta

Domenica mattina:

  • Rileggi tutto il materiale che hai creato il sabato e correggi gli eventuali errori
  • Crea un filo logico impacchettando i vari documenti in capitoli
  • Aggiungi del testo per legare i vari capitoli e far si che ci sia una logica tra uno e l’altro

Domenica pomeriggio:

  • Rileggi tutto il libro
  • Prepara una descrizione dei contenuti da pubblicare
  • Pubblica il libro sul kindle store o sul tuo blog personale

Una eventuale opzione é aggiungere del contenuto audio, questo lo puoi fare una volta che hai il libro creato nei seguenti modi:

  1. Leggendo il libro e registrando l’audio
  2. A partire dai capitoli del libro e dai dati contenuti, struttura un discorso che spieghi all’utente come trovare una soluzione al suo problema specifico
  3. Registando un video, come se fosse un’intervista dove dai le risposte seguendo la struttura del libro

In questo modo si avrá un libro che puó essere impacchettato con dei contenuti audio o video.

A questo punto hai finito, adesso potrai decidere se milgliorare il tuo primo prodotto digitale o crearne un secondo.

La cosa migliore é basarsi sul feedback degli altri, e migliorare a partire dai loro suggerimenti.